Impianto a Scarti di Macellazione

Biowaste progetta e costruisce impianti per la produzione di biometano e biogas alimentati da sottoprodotti derivanti dalla lavorazione delle carni.

Schema impianto

I vantaggi del Biogas da Scarti di Macellazione

Eventuale rimozione dell’azoto contenuto nel digestato;

Miglioramento e stabilizzazione del digestato;

Risparmi sullo smaltimento dei reflui;

Trattamento delle emissioni odorigene;

Pretrattamenti, Digestione anaerobica e Stoccaggio

Pacchi intestinali

I pacchi intestinali suini subiranno un primo trattamento di triturazione ed in seguito saranno inviati al trattamento TERMICO così come previsto dalla normativa;

Sangue

Il sangue verrà conferito, tramite pompaggio, al trattamento TERMICO previsto;

Trattamento termico

La fase di trattamento termico, dimensionata per un funzionamento di 6h/giorno x 5 giorni/sett. Prevede la pastorizzazione degli scarti di macellazione a determinate condizioni di pressione e temperatura con un tempo di permanenza tale da neutralizzare gli agenti patogeni nel rispetto delle normative vigenti;

Stoccaggio

La miscela di sangue e pacchi intestinali derivanti dal processo di pastorizzazione, sarà stoccata all’interno di un serbatoio in acciaio, completo di filtri assoluti per l’eliminazione di possibili emissioni odorigene, ed in seguito alimentata in maniera continua alla prevasca di carico;

Flottato di macellazione

Il flottato di macellazione, derivante dalle operazioni di lavorazione e dalle fasi di lavaggio, viene separato fisicamente prima dell’invio degli scarichi all’impianto di depurazione;

Grassi Liquidi

I grassi liquidi saranno direttamente inviati, con continuità, alla prevasca di carico tramite un’apposita linea di alimentazione;

Trattamento emissioni odorigene

Il locale dedicato ad ospitare le fasi di pretrattamento sarà dotato di una linea di trattamento odori, realizzata attraverso l’installazione di un adeguato sistema di aspirazione e l’utilizzo di acqua di servizio al fine di ottenere l’abbattimento delle emissioni odorigene;

Digestori primari e secondari

Trattamento del biogas

Composto da: Desolforazione biologica con controllo della qualità di ossigeno all’interno del biogas e Torri di lavaggio;

Sistema di Upgrading

Per la purificazione del biogas con concentrazioni di metano superiori al 97,5% vol;

Cogeneratore

Alimentato a biogas per la produzione di energia elettrica e termica;

Separazione solido/liquido

Del digestato tramite centrifugazione o separatori a coclea;

Impianto di trattamento degli effluenti liquidi

Impianti di tipo chimico-fisico o biologici al fine di ottenere un refluo con caratteristiche idonee allo scarico in fognatura o in corpo idrico superficiale (D.Lvo 152/06);