Impianto di evaporazione – Gea srl

Impianto di evaporazione per il trattamento del percolato di discarica

L’Impianto di evaporazione tratta il retentato prodotto da un impianto di osmosi inversa per ridurre la quantità di concentrato da inviare allo smaltimento finale.

IL CLIENTE

  • Gea S.r.l. – Greenthesis Group: Discarica di S.Urbano, Padova (IT) per rifiuti urbani e/o speciali non pericolosi
  • Capacità di trattamento: 3000 m³/h
  • Tecnologia utilizzata: Evaporazione.
    L’energia termica necessaria per il processo viene fornita con acqua calda fornita dal generatore alimentato con il biogas prodotto dalla discarica. La condensazione dei vapori si ottiene con acqua ricircolata in un condensatore ad aria adiabatico (dry cooler) per il suo raffreddamento

IL PROBLEMA
La discarica di S.Urbano produce circa 280 t/giorno di percolato caratterizzato da alte concentrazioni di COD, ammoniaca, metalli pesanti, PFAS e cloruri Il percolato viene prima trattato con un impianto di osmosi inversa, che produce circa 210 t/g di permeato con caratteristiche idonee per lo scarico in acque superficiali e 70 t/g di retentato che viene inviato nell’impianto di evaporazione con una concentrazione di sostanza secca del 3/5% circa. La quantità di distillato prodotta è di circa 60 t/g, mentre la quantità finale di concentrato al 20 circa di sostanza secca è di 12 t/g Il distillato viene ricircolata in testa all’impianto di osmosi.

GLI OBIETTIVI

  • L’impianto di evaporazione deve essere in grado di trattare percolati provenienti da altre discariche gestite dal gruppo Greenthesis aventi caratteristiche diverse da quello prodotto dalla discarica di S.Urbano
  • Le quantità orarie di distillato e di concentrato prodotte possono variare massimo entro un 5% del valore di progetto
  • Utilizzo del biogas prodotto dalla discarica come fonte di energia per il processo di evaporazione
  • Studio del processo al fine di ridurre i consumi di reagenti chimici e la frequenza di lavaggio degli scambiatori di calore
  • Elevata resa di concentrazione
  • Completa automazione del processo con possibilità di avvalersi degli sgravi derivanti dal piano Industria 4.0

L’IMPIANTO
L’impianto di evaporazione è costituito da tre effetti operanti in controcorrente. Il calore viene fornito al primo effetto
che lavora alla temperatura di evaporazione più alta, mentre l’alimentazione del percolato viene fatta nel terzo effetto
che lavora alla temperatura di evaporazione più bassa e quindi con un grado di vuoto maggiore.
I vapori in uscita dai tre effetti sono condensati negli scambiatori di calore.
Il distillato finale è inviato in testa all’impianto di osmosi.
Data l’elevata concentrazione finale di cloruri, tutte le parti a contatto con il refluo sono realizzate in acciaio
SUPERDUPLEX per garantire la resistenza alla corrosione.

I VANTAGGI

  • Elevata flessibilità: è possibile trattare dei percolati con caratteristiche chimico-fisiche variabili;
  • Alta riduzione del concentrato finale da smaltire (circa 85%), con conseguente diminuzione dei costi di smaltimento;
  • Facilità di gestione, in quanto il sistema è controllato in continuo da PLC con possibilità di controllo e gestione tramite collegamento in rete del PLC;
  • Ottimizzazione dei consumi di energia elettrica e di prodotti chimici
I Risultati
Ingresso
Concentrato di osmosi*
3000 kg/h
Uscita
Concentrato di evaporazione
500 kg/h
Distillato
2500 kg/h

Biogas

error: Content is protected !!
This site is registered on wpml.org as a development site.